Mezzano_Orti-1Rispetto ai secolari mutamenti socio-economici, territoriali e agricoli in particolare, gli orti di Mezzano segnano una continuità. Essi sono il cuore del verde rurale, dedicato alla produzione di cibo per la famiglia, estensione qualificante dell’abitazione e testimonianza del modo di vita tradizionale ancora valido.Forse per questo Mezzano conta, ancor oggi circa 400 orti: uno ogni sei abitanti.Perciò l’abitato storico è cresciuto nel tempo secondo una regola chiara: preservare il più possibile il soleggiamento degli orti, dislocando gli edifici a monte di essi. E perciò gli orti hanno a Mezzano una particolare visibilità ed anche una funzione di verde pubblico. Recinzioni e cancelli segnano i confini di grandi aggregati d’orti che raccontano di rapporti complessi tra massaie, famiglie, vicini e paese, in questa narrazione, alcuni orti emergono come poli visivi nei pressi degli incroci stradali, altri scandiscono una variata alternanza di spazi aperti ed edifici, altri ancora punteggiano isolati i prati circostanti.

Alcuni orti, specie nei dintorni del paese, conservano le vecchie recinzioni in legno o in muratura, anche se oggi la grande maggioranza è cinta da rete metallica: soluzione economica per garantirsi la massima insolazione.I cancelli d’accesso, sia lignei che metallici, contribuiscono a personalizzare l’orto marcando la soglia tra spazi pubblici e coltivi privati. Percorsi interni, delimitazioni delle aiuole, costruzioni accessorie e attrezzature completano un variato repertorio di soluzioni tradizionali.Ortaggi, odori, alberi da frutta e qualche vite formano il nucleo più consistente e solido di piante coltivate, ancora in parte legato alla cucina tradizionale. Al loro fianco trova oggi qualche specie un tempo coltivata nei campi, come mais, fagioli e patate.

L’aspetto più sorprendente dei nostri orti sono però i fiori, di numerose specie e varietà, superano la metà del totale delle piante e testimoniano come quelli di Mezzano non siano solo semplici orti, ma orti-giardino dove si custodiscono biodiversità di alimenti, ma anche bellezza e piacere di vivere.