Mezzano è circondata dai boschi e dai prati, fonti di vita per gli abitanti del paese dai tempi più remoti. Oggi, con una Mezzano legata alle sue radici ma con uno sguardo attento sul presente e sul futuro, i suoi dintorni sono racconti di vita, ricordi e tradizioni.

Mezzano non è bella solo tra le sue stradine e le sue architetture. È circondata da una natura forte e rigogliosa, che accoglie il quotidiano della gente di montagna e si fonde con esso. Ci sono tante piccole perle che circondano il paese, mete di brevi passeggiate o pedalate in relax, alla scoperta dei romantici scorci di questo angolo del Primiero.

Storie di Mezzano

Il legno come risorsa: la dura vita dei boschieri di Mezzano

Lunghe le giornate nei boschi. Faticose e dure. Giornate di lunghi cammini e di alberi da... Altro

Sapori del Primiero - I formaggi del Primiero e il Mezzano Trentino di alta montagna

Non esiste vacanza nel Primiero che non comprenda un tour gastronomico e un assaggio dei... Altro

Prati di San Giovanni

Prati di San Giovanni

Una minuscola chiesetta in mezzo ai prati, masi e microscopici borghi nel silenzio dei boschi e delle montagne. La chiesa e i prati di San Giovanni si possono raggiungere lungo la vecchia strada che collega Mezzano a San Giovanni o dal rifugio Caltena, a seconda del grado di allenamento.

Primo itinerario: dal parcheggio di Oltra (643m) si prende il sentiero n.728 che raggiunge in poco tempo, ma con una decisa impennata, le baite di Tase, fino alla loc. Taiadoi (1013m). Da qui la vista sulle Pale di San Martino è spettacolare. 

La strada prosegue tra falsipiani, ruderi e boschi fino alla sella del Poit (1183m), da cui partono i sentieri verso i prati di san Giovanni. 

Secondo itinerario: per un’escursione meno impegnativa è bene superare in auto Fiera di Primiero e Transacqua per raggiungere il parcheggio del rifugio Caltena. Da qui a piedi si arriva in pochi istanti al fondo della vallecola di Caltene. Svoltando a destra si prosegue dritti lungo un sentiero in mezzo ai prati fino all’incrocio di Poit.

Per entrambi gli itinerari da qui in pochi minuti di rilassante passeggiata al piano si scorge la deliziosa chiesetta di san Giovanni al colmo di una collina. Il luogo idilliaco, il silenzio e i colori della natura invitano ad un meritato riposo, prima di riprendere la strada del rientro.

Altro

La chiesa di San Giovanni

La chiesa di San Giovanni ai Prati Liendri fu costruita ai primi del ‘500 per volontà della famiglia Scopoli per accogliere carbonai e contadini lontani da casa e due secoli dopo donata alla comunità di Mezzano. La chiesa è da allora meta della processione nel giorno del patrono il 24 giugno. Dopo la celebrazione solenne, è sempre stato offerto ai partecipanti un semplice pranzo, la cui spesa fu prima a carico dei fondatori e poi del Comune.

La chiesa offre un'aula accogliente ed è arredata con un altare ligneo. Nell'abside è dipinta una sequenza di santi, che attorniano un Cristo dolente sorretto dalla Madonna e San Giovanni Evangelista. Nel catino dell'abside troneggiava - ora la pittura è ampiamente rovinata - un Cristo redentore accolto in una mandorla luminosa, accompagnato dagli evangelisti sotto forma di animali, secondo un'iconografia cara ai frescanti locali (approfondisci in Arte Rurale). Questi artisti proposero sempre lo stesso motivo anche a San Silvestro ad Imèr, San Giacomo a Tonadico e nella chiesetta di San Martino a Fiera di Primiero. Sui dipinti sono stati incisi nomi, date e frasi votive dai fedeli che giunsero qui nei secoli.

Altro
{titolo.getData()}
Pista ciclo-pedonale di Molarèn.

Pista ciclo-pedonale di Molarèn.

Ci sono luoghi che si godono meglio su due ruote. Questo accade sulla pista ciclabile di Mezzano, una passeggiata illuminata anche la sera, con diverse soste per godersi il panorama in completo relax. Altrimenti che vacanza romantica sarebbe? 

Partendo da Mezzano per via Molarèn lungo il torrente Cismon, è possibile ripercorrere con lo sguardo e la memoria quella che in occasione dell’alluvione del 1966 rimase l’unica via di comunicazione tra l’alto e il basso primierotto.

Il Primiero è ricco di luoghi magici e di leggende. Scegli le passeggiate e gli itinerari più belli per scoprire questa valle meravigliosa